I GIOVANISSIMI UNDER 14 CONQUISTANO L’ACCESSO ALLA FASE REGIONALE PRIMAVERILE!

 In Settore Giovanile

Lo scorso weekend abbiamo potuto festeggiare la vittoria nel girone autunnale categoria Giovanissimi Under 14 dei nostri 2006.

Ciò permetterà loro di disputare la fase primaverile Regionale di categoria, incontrando sulla loro strada compagini agguerrite e di ottima qualità.

Ecco un articolo che parla di questo grande risultato

Un’orchestra perfetta, con un direttore da “Prima della Scala”. Lo Scanzorosciate vince la sua tredicesima partita, mette la parole fine sul girone invernale e vola ai Regionali. L’ultimo concerto, quello contro l’Aurora Trescore, finisce con una standing ovation del pubblico: 9-1 il risultato finale, che conferma lo strapotere di un gruppo di “musicisti del calcio” che adesso intende continuare a suonare capolavori anche nella Fase Regionale. Prima, però, l’ultimo appuntamento del 2019, quello di sabato prossimo nella finale del Ciatto contro il Brusaporto: la vittoria sarebbe la ciliegina sulla torta di una prima parte di stagione semplicemente entusiasmante. L’ultimo impegno è una pura formalità e i ragazzi di Alessandro Grigis lo portano a termine con qualità, ferocia e spirito di gruppo. Tutto funziona a meraviglia: Zois e Zambrana fluidificano, Boni e Zenucchi alzano il muro davanti a Finazzi, Cortiana e Meloni dirigono il traffico e davanti è spettacolo puro, con Deldossi e Taurisano ad arare le fasce e con Pezzoli addetto alle invenzioni con Bisciotti che invece si occupa dei gol. La supremazia è evidente, e viene tradotta in gol nel giro di pochi minuti. L’elenco delle occasioni lo inaugura Bisciotti al 4′, con Pezzotta che comincia la sua mattinata di super lavoro con una bella parata in angolo. Il primo gol arriva subito dopo, con Deldossi, che colpisce il palo e sul successivo tap-in sblocca la partita. Il 4-2-3-1 fa sgorgare calcio ad ogni azione, e al 18′ ecco il raddoppio con un tiro-cross di Pezzoli che costringe all’autorete un difensore avversario. Al 22′ ad iscriversi a referto è Bisciotti, che mette dentro da zero metri un’azione meravigliosa avviata da un filtrante di Pezzoli e rifinita con un assist perfetto da Taurisano. L’Aurora Trescore, a dispetto di una cronaca a senso unico, non è però un agnellino indifeso: combatte, lotta, si difende anche bene e non rinuncia a provare a pungere. I due davanti, Monieri e Bixheku, sono due belle gatte da pelare e sono proprio loro due, al 28′, a riuscire a trovare la via del gol: azione devastante di Monieri sulla destra che in piena area viene contrastato irregolarmente da Zambrana, per il direttore di gara è rigore e dagli undici metri Bixheku insacca il 3-1. La prima frazione si conclude come era cominciata, e cioè con una grande parata di Pezzotta: il portiere dell’Aurora si oppone a Taurisano, ben imbeccato da Deldossi. Nel secondo tempo, si capisce una volta di più perché questo Scanzorosciate non abbia rivali. Dopo il gol del 4-1, segnato da Bisciotti su assist di Taurisano, Grigis attinge a piene mani dalla panchina e il risultato non cambia, tutt’altro: Vermi dà il cambio a Zambrana in difesa, Imberti dà ossigeno al centrocampo e Bishqemi fa staffetta con Bisciotti. Poco dopo, in campo anche Gritti e Botter a centrocampo, Niko Brignoli all’ala destra e “El Capu” Caputo in attacco. Lo Scanzo dilaga e non si ferma più: segnano Deldossi su assist di Bishqemi (5-1), Botter da fuori area (6-1), Caputo con un rasoterra mancino dopo una bella cavalcata di Zois (7-1), Gritti con una conclusione deviata da Barcella (8-1) e infine Bishqemi con una colpo di testa favoloso su corner di Caputo (9-1). Nel frattempo, tre miracoli di Pezzotta: uno su Cortiana e due su Brignoli. Al fischio finale, fuochi d’artificio dei genitori e festa dei giocatori. La Fase Regionale è conquistata. Ma questo, è solo l’inizio.

SCANZOROSCIATE-AURORA TRESCORE 9-1
RETI (3-0, 3-1, 9-1): 5′ Deldossi (S), 18′ Pezzoli (S), 22′ Bisciotti (S), 28′ rig. Bixheku (A), 3′ st Bisciotti (S), 10′ st Deldossi (S), 27′ st Botter (S), 30′ st Caputo (S), 32′ st Gritti (S), 34′ st Bishqemi (S).
SCANZOROSCIATE (4-2-3-1): Finazzi 7, Zois 8, Zambrana 7 (6′ st Vermi 7), Cortiana 7.5 (13′ st Gritti 7.5), Boni 8, Zenucchi 8, Deldossi 8 (13′ st Botter 7.5), Meloni 7 (6′ st Imberti 7), Bisciotti 8 (6′ st Bishqemi 7.5), Pezzoli 8 (13′ st Caputo 8), Taurisano 8 (13′ st Brignoli 7.5). A disp. Carobbio, Lodovici. All. Grigis 9. Dir. Cesani.
A.TRESCORE (4-4-2): Pezzotta 7.5, Previtali 6 (16′ st Facagni 6), Bonassi 6, Oberti 6.5 (12′ st Valota 6), Toukami 6 (4′ st Zenoni 6.5), Licini 6, Oldrati 6, Monieri 7, Persico 6, Bussini 6 (5′ st Barcella 6), Bixheku 7 (4′ st Valle 6). A disp. Mangili. All. Panseri 6.5. Dir. Facchinetti – Carrara.
ARBITRO: Lahlal di Bergamo 7.

PAGELLE SCANZOROSCIATE
Finazzi 7 Voto di stima in una partita in cui non deve fare praticamente nulla, se non muoversi un po’ per non morire di freddo. Potrebbe mettersi in mostra solamente in un’occasione, ma il rigore di Bixheku va dritto dritto nell’angolino basso.
Zois 8 Terzino destro che fa tutto. Difende e si propone, si distingue per la grinta ma anche per la qualità. Su una delle tante sovrapposizioni, regala a Caputo l’assist del 7-1.
Zambrana 7 Completa il quartetto difensivo presidiando la sinistra, una zona nella quale l’Aurora Trescore riesce a trovare qualche varco. Suo il fallo che provoca il rigore del momentaneo 3-1, unico errore di una partita praticamente perfetta. (6′ st Vermi 7).
Cortiana 7.5 Magistrale in mezzo al campo, per come fa girare le squadra e per come detta le tempistiche sviluppando gioco sia in verticale che in orizzontale. Ordinato, pulito, fa sempre la cosa giusta. (13′ st Gritti 7.5).
Boni 8 Il capitano è insuperabile. Un bronzo di Riace impossibile da smuovere, guida la retroguardia con prontezza e intelligenza.
Zenucchi 8 Magari meno elegante del compagno di reparto, ma sicuramente altrettanto efficace. Prova anche l’avventura andando a colpire di testa sugli angoli, ma il suo punto di forza sono le chiusure difensive.
Deldossi 8 Imprendibile sulla sinistra, quando parte palla al piede fa sfracelli nella difesa avversaria. Si prende la briga di sbloccare il risultato, poi segna il 5-1 nel secondo tempo. Dribbling, accelerazioni e assist i suoi punti di forza. (13′ st Botter 7.5).
Meloni 7 Se Cortiana è il cervello della squadra, lui è il braccio armato. Centrocampista d’inserimento e fisico, un Fabregas per intenderci: ottima la sua prova. (6′ st Imberti 7).
Bisciotti 8 Senso del gol, capacità di far salire la squadra, tecnica e grinta. Bravissimo nell’andare a finalizzare le azioni manovrate dei compagni, morde come Pippo Inzaghi e fa gioco come Mandzukic. Attaccante completo.
6′ st Bishqemi 7.5 Ci prova in tutti i modi, e alla fine riesce a mettere la firma personale con un imperioso colpo di testa su calcio d’angolo.
Pezzoli 8 Mancino educato, visione di gioco eccelsa, strappi da novello Kakà. Un suo cross determina l’autogol del raddoppio, poi si dedica alle giocate. È il motore della squadra, il giocatore dal quale sgorgano le idee migliori.
13′ st Caputo 8 Il folletto entra nella ripresa e diventa un incubo per la già martoriata difesa dell’Aurora Trescore. Trova terreno fertile e ne approfitta, creando occasioni a ripetizione. Trova con un mancino chirurgico il gol del 7-1, poi mette sulla testa di Bishqemi il corner del 9-1. Baila come El Capu.
Taurisano 8 Non entra nel tabellino, ma è assolutamente determinante. Sfonda sulla destra, fa assist e colpisce anche una traversa in avvio. Poderosa la discesa con la quale mette sui piedi di Bisciotti la palla del 3-0. Si ripete a inizio ripresa con l’assist del 4-1 sempre per Bisciotti. (13′ st Brignoli 7.5).
All. Grigis 9 Tredici vittorie in tredici partite, cosa volere di più? Ha in mano una squadra pazzesca, ma non sempre le squadre pazzesche vincono. La sua lo fa con un gioco splendido, con una presenza fisica già importante e con un gruppo affiatato che vuole recitare un ruolo da protagonista anche nella Fase Regionale. Solo applausi per lui.